Attività Storica del Club



Molti personaggi che hanno fatto la storia dell'aeromodellismo romano fanno parte o hanno fatto parte del club R.C.R.- R. Nardini.

Segue una raccolta di immagini e modelli che testimoniano solo parzialmente l'attività passata.



MANIFESTAZIONE DI PROTO-STAND OFF ALL'R.C.R. NEL 1992


In questa manifestazione possiamo riconoscere - anche dopo oltre vent'anni - diversi soci ancora iscritti e partecipanti alla vita del nostro club.

Da sinistra (personaggi in primo piano): Franco Cassoni, Luciana Maurizi, Luigi Rossi, Rino Sciacchitano, Massimo Nardini, Ninetto Ridenti, Mario Felletti, Rinaldo Godenzi, Marcello Maurizi, Angelo Fattoracci (tra due di spalle), Francesco Villanucci, Sergio Boni, Marcello Ippoliti e, ultimo a destra, Titti Dodaro.



Hangar Good Year - Capena 25 marzo 1984

  La manifestazione di aerotraino, brillantemente organizzata dai soci Bressan e Moreschini, ebbe un vasto eco a livello nazionale.
Il club RCR ebbe la gioia di ospitare personaggi di primissimo piano, sia come aliantisti che come trainatori, provenienti da tutta l'Italia.
Tra tutti ci piace ricordare: Pompele e Pelizza che giunsero da Milano con tanto di scatoloni e contenitori per portare degnamente in volo i loro stupendi alianti e Riccardo Borg, che effettuò un numero incredibile di traini.
Si pensò di organizzare la manifestazione presso l'hangar del dirigibile della Good Year piuttosto che sulla nostra pista dell'RCR per l'enorme spazio disponibile che poteva accogliere alianti di qualsiasi dimensione.
Nella foto si riconoscono da sinistra: Silvano Bressan, Vittorio Sacchi, Raffaele Moreschini, Alberto Cicerchia, Marcello Maurizi, Edgardo Sadorin e Massimo De Cesaris. In prima fila: Giorgio Moreschini, Massimiliano Maurizi e Andrea De Cesaris.


Pratica di Mare ottobre 1984



Premiazione nella gara protostand-off. Da destra: Federici,Cassoni e Ferrucci


Rinaldo Godenzi - Gara Proto Stand Off (1983)

Le foto risalgono ad una gara di "Proto Stand Off" (formula inventata dal socio Ugo Bedogni che prevedeva prove di volo oltre che un punteggio a terra sulla finitura del modello).
Uno squarcio della gara, con il tabellone dei risultati e le coppe.
Nella foto si riconoscono da sinistra. Vittorio Sacchi, Rinaldo Godenzi e Nando Ceccarelli durante la premiazione.
 


Foto di gruppo. Si riconoscono tra gli altri: Ceccarelli, Bedogni, Scialanga, Federici jr., Nardini jr.

 

In primo piano la Sig.ra Maurizi con il "Cillacchia", interamente disegnato e costruito dal socio Marcello Maurizi.
Nello sfondo si vedono (da destra) i soci Ferrucci, Villanucci e Ippoliti.



Trigoria e Centocelle 1978

 

Pista Trigoria 1978: Fattoracci e Ferrucci, provano un modello acrobatico.

 

Aeroporto di Centocelle 1978: Foffi, Ferrucci, Fattoracci, gara acrobazia sport.



Gara a Trigoria - aprile 1977



Pierella (1° a destra),Foffi (4° da dx), Ferrucci (2° da sx) premiazione gara r.c. sport


Gare 1973


In questa foto degli inizi anni '70 si notano da destra: Scialanga, Grandi, Cassoni, Nardini, Medici, Godenzi e Raiola.

 

Anche in questa foto sempre dell'11 marzo del 1973 si notano da destra: Scialanga, Cassoni, Simona, Pes, Raiola e signora.



Huey Cobra (1972)


Fase di "preparazione"

 

Notare il numero FAI : 3936


E' uno dei primi elicotteri costruiti in Italia. Sicuramente il primo nella sfera di Roma.
Il costruttore e pilota era il socio Guido Troiani che si vede di spalle nella foto soprastante a sinistra.
Di fronte a lui Ugo Bedogni ed in piedi e curvo sul modello il socio Marcello Maurizi. Come si vede, le prove venivano effettuate senza la cappottina per motivi di praticità e di rapidità nella messa a punto.
Nonostante l'indubbia capacità del pilota, il modello volava con una certa difficoltà ed ha subito delle formidabili scassature.
Un dettaglio siamo nel 1972 ed il modello non era dotato di giroscopio dal momento che, modellisticamente parlando, non se ne sospettava nemmeno lontanamente l'esistenza. Il motore era un O.S. 60 testa oro.



Middle Stick (1971)


Il socio Marcello Maurizi

 

Middle Stick con sullo sfondo la Radio "Patuelli"


Il modello, costruito su scatola di montaggio della Graupner, era potenziato da un motore rotativo Wankel di 5 c.c. A parte le difficoltà di messa in moto e di carburazione del motore..... non dimentichiamoci che lo starter era un lusso per la mentalità dell'epoca......tutto era all'avanguardia compresa la Radio "Patuelli" che si vede sullo sfondo.
Il modello volava quasi come un gladiator ed ha partecipato a moltissime gare. E' ancora in vita, pur se con mezza fusoliera rifatta ed è motorizzato con Supertigre ST 60.



Barracuda e Gladiator (1971)



La foto non è solo interessante per i modelli raffigurati un "acrobatico" con motore Supertigre 60 testa bleu ed un trainer con motore 21/46 da 7,45 cc., quanto per le radio che gli fanno da sfondo.
Una "Patuelli" 6 ch. (vicino al trainer) ed una Logictrol 7ch. che rappresentavano il top per l'epoca


R.C.R. in Corsica per il Campionato mondiale 1967



 

Paoni, Reineri, Guglielminetti, Tosaroni, Reda e Godenzi.

Già nel '67 il club R.C.R era presente ai campionati mondiali di acrobazia radiocomandata con Rinaldo Godenzi e Guglielmo Reda (da dx) e Candido Paoni (primo a sx).

Sta per lanciare Kraft che vincerà il mondiale seguirà Reda assistito da Godenzi.

In primo piano dietro il Laser da destra: Reda e Godenzi.

 


Il socio Ninetto Ridenti (1946)


Ninetto Ridenti fa modellismo da quando era in fasce, eccolo nel 1946 con un suo modello con motore "Elia" diesel.

 

Dopo alcuni anni, insieme a Paolo Montesi, con barba e capelli imbiancati a Pavullo con il modello di Montesi uno "Stentoriam" del 1946.


Ancora Ridenti con un suo modello GR 82 con motore diesel G27 del 1954. Sullo sfondo l'M18 del 1939.

   


I soci Aldo e Mario Montanari nel 1945 con il loro primo aereo a motore Vega 7





Uno splendido motoveleggiatore di 6.32 mt. di apertura alare costruito dai fratelli Montanari




 




Home Il club Il Regolamento La Pista Raggiungici Attività storica Attività Aeromodelli Eventi Meteo News Contatti

©   "R.C.R." club   2008, v. Stradone Lungo  - 00063 Campagnano di Roma, Italy