Extra 260

Apertura alare: 137 cm.
Lunghezza: 131 cm.
Superficie alare: 45,5 dmq
Elica 14 x 7
Peso: 2 kg

Questo Ŕ un modello che mi Ŕ stato regalato dai miei figli per il mio compleanno nel 2014. E' un volatile che ha sempre fatto egregiamente il suo dovere. Da buon acrobatico di razza effettua tutte le manovre acrobatiche con molta prontezza e con molta precisione. Ovviamente avendo i pollici sofisticati ed allenati per queste manovre repentine e che lasciano poco spazio alla riflessione ma molto all'istinto ed alle capacitÓ individuali.

Purtroppo un giorno, forse anche a causa delle strapazzate che imponevo al modello, il servo dell'elevatore ha pensato bene di non funzionare.

Il modello Ŕ sceso in candela da una discreta altezza e nonostante mi attaccassi all'elevatore e contemporaneamente togliessi motore,  l'Extra 260 si Ŕ schiantato in terra.

In prima approssimazione pensavo di dare fuoco al tutto e di cestinare le ceneri. Poi, vuoi per l'esortazione degli amici, vuoi per i consigli dei miei figli e vuoi per l'affetto che nutrivo per questo volatile come regalo, ho deciso di raccogliere tutti i pezzettini, metterli in una busta e portare tutto a casa per uno studio successivo.

Dopo qualche tempo, ho analizzato i resti. Le ali erano quasi intatte. Quello che era rimasto della fusoliera era ridotto "ecce homo". Ho fatto un'operazione da aeromodellista "vecchia maniera".

Ho preso tutti i pezzettini dell'ordinata parafiamma che avevo recuperato (almeno una decina) ed ho fatto un puzzle, tenendoli insieme con il cianolit. Sono riuscito a ricostruirne circa i 2/3. Ho riportato questa parte su carta millimetrata ed ho realizzato specularmente tutta l'ordinata. Nello stesso modo ho fatto le altre 5 ordinate distrutte (vedi immagini). La ricopertura l'ho realizzata con del materiale termoretraibile di recupero.

Da notare che ho voluto realizzare tutta la ricostruzione con materiale di recupero senza spendere un euro.

Il 26 novembre scorso ho fatto il nuovo collaudo. Il modello si Ŕ comportato egregiamente, come se non avesse mai subito quelle gravi ferite che mi avevano suggerito di buttarlo. Ha volato esattamente come prima, facendo dei looping molto circolari e senza significativi scarti e dei tonneaux in asse (ovviamente con correzione) ottimi.

In definitiva: sono soddisfatto della riparazione e del risultato.